Le tarme dei vestiti che a volte si impadroniscono dei nostri armadi sono un flagello per molte persone. Il modo più comune tramite il quale entrano nelle nostre case è volando attraverso una porta o una finestra aperta o introdotte involontariamente attraverso prodotti alimentari, piante e oggetti in tessuto infestati dalle stesse. Vengono difficilmente viste perché evitano la luce preferendo luoghi bui.
È sbagliato pensare che siano le tarme adulte a mangiare i tessuti. Sono infatti le loro larve, lunghe qualche mm e con una vita media di circa 10 giorni, a ingrassare mangiando il contenuto dei nostri armadi. I danni visibili consistono in irregolari fessure o buchi aventi diverse dimensioni.

Anche se sono per lo più famosi per la loro capacità di rovinare i capi in lana, questi insetti si nutrono di altri materiali di origine animale, tra i quali le pellicce, la seta, le piume e il cuoio. I tessuti sintetici come il poliestere e il rayon vengono raramente attaccati, a meno che le loro fibre siano mescolate con lana o in caso presentino macchie di cibo o di olio per il corpo. Il modo migliore per evitare il fastidioso problema è attraverso la prevenzione. La lana e gli altri tessuti sensibili devono essere lavati a secco o ad acqua prima di essere conservati per lunghi periodi.

 

CASHMERE

Gli articoli devono poi essere riposti in contenitori ermetici ma evitando di usare prodotti contenenti paradiclorobenzene e naftalene. Tali pesticidi infatti possono facilmente uccidere i nostri fastidiosi nemici ma, dando anche solo una veloce occhiata ai loro composti, ci rendiamo conto che sono tra quelli classificati come possibili cancerogeni e causa di effetti negativi sulla salute. Contrariamente a quanto si crede, armadi o cassapanche di legno di cedro sono raramente efficaci di per sé, poiché insufficienti a mantenere una concentrazione letale o repellente di olio volatile di cedro.
A parte la pulizia, la migliore linea di difesa è quella di conservare in modo adeguato i capi in lana, pelliccia, seta, piume e pellame. E perché no … quelli in cashmire. Gli speciali sacchetti di plastica realizzati con repellenti antitarme possono sicuramente evitare il problema.

VIBA può offrire il VIBATAN® LDPE ANTITARME 04568 una composizione di uno speciale agente batteriostatico disperso in supporto di polietilene, esente da metalli pesanti e arsenico. Questo innovativo masterbatch è stato espressamente formulato per la produzione di film in polietilene destinati al settore tessile, in particolar modo per la produzione di sacchetti per la protezione degli indumenti di lana.

Le lane di Cashmere, Vigogna, Angora, Mohair e Merino devono essere preservate in modo efficace dalle tarme . I sacchetti di plastica additivati con il nostro VIBATAN® LDPE ANTITARME 04568 proteggono i capi di abbigliamento e preservano il loro valore.

Il nostro Ufficio Tecnico sarà lieto di fornirvi ulteriori informazioni a riguardo.