Data: 27/04/2011

Gentile Cliente, con la presente vogliamo rispondere alle recenti e numerose richieste relative alla presenza o meno d prodotti provenienti dalle aree interessate dall’emergenza nucleare, verificatasi come conseguenza del terremoto che ha colpito il Giappone lo scorso 11 marzo 2011.

Materie prime utilizzate nei nostri prodotti già forniti o in via di fornitura ai nostri clienti.

Desideriamo sottolineare che, alla data odierna, tutte le materie prime impiegate nei nostri master, e provenienti dai Paesi dell’Estremo Oriente, sono state sicuramente prodotte e confezionate dai nostri fornitori in data antecedente all’ 11 marzo 2011.

Materie prime di prossima utilizzazione.

Per quanto riguarda le materie prime che potranno essere acquistate in futuro, e che saranno impiegate nei nostri master, non possiamo garantirvi che esse non provengano da un paese dell’Estremo Oriente.

Possiamo invece garantirvi un attento monitoraggio della situazione con tutti i nostri fornitori, chiedendo loro precise garanzie che i prodotti approvvigionati siano assolutamente privi di contaminazioni radioattive.

Controlli lungo la filiera di fornitura.

Per cercare di rispondere al meglio a questa emergenza abbiamo fatto riferimento alle indicazioni dell’Unione Europea che nella comunicazione del 25 marzo 2011 (MEMO/11/195), sulla sicurezza dei prodotti importati dal Giappone, ha indicato alcune azioni di controllo e monitoraggio che devono essere adottate dagli Stati Membri.

Le azioni di controllo che abbiamo richiesto ai nostri fornitori riguardano tutti i prodotti, sia che si tratti di materie prime, resine, additivi, pigmenti e/o coloranti, sia che si tratti di materiali di imballaggio.

Come indicato dall’Unione Europea abbiamo chiesto ai nostri fornitori che tutte le merci importate dal Giappone o dai Paesi dell’estremo oriente siano adeguatamente controllate per il rischio conseguente all’ emergenza nucleare e risultino prive di radionuclidi.

Confidiamo che la costante comunicazione con i nostri fornitori, così come le azioni intraprese dalle autorità, possano offrire tutte le necessarie garanzie per scongiurare l’utilizzo di prodotti resi pericolosi dalla contaminazione nucleare.