Si reputa ormai limitativo associare gli additivi antimicrobici ad utilizzazioni finali destinate prevalentemente al settore medico e farmaceutico.

Infatti tali prodotti stanno sempre più guadagnando terreno in diversi campi, andando ad essere non più solo impiegati per la realizzazione di abbigliamento medico in tessuto non tessuto, come camici chirurgici o teleria per la creazione del campo operatorio, non solo più richiesti per la produzione di sacche per trasfusione, dispositivi o contenitori plastici che necessariamente devono essere conformi a tutte quelle normative che mirano al pieno rispetto del paziente.

Gli antimicrobici trovano di fatto sempre più impiego nell’industria alimentare per garantire un sicuro confezionamento del prodotto finito o persino in quella dell’arredamento, per la realizzazione di carte da parati, divani e poltrone.

E soprattutto vanno menzionate quelle più innovative utilizzazioni finali, che sembrano poter garantire una sempre maggiore sicurezza alle persone.

Mi riferisco ad esempio alla realizzazione di maniglie, sostegni e sedili in plastica che sono sempre più richiesti per essere installati su numerosi mezzi di trasporto di massa (come bus, treni e metropolitane), per la produzione di porte, tavoli, banconi  destinati a punti di ristorazione, o di giochi da interno o esterno destinati ai più piccoli, in modo da proteggere il più possibile da eventuali infezioni.

Schermata 2015-11-19 alle 16.18.10

VIBA può offrire in merito un’ampia gamma di ADDITIVI ANTIMICROBICI destinati alle più diverse esigenze.

Prendiamo ad esempio il nostro VIBATAN® PE 01639, suggerito per resine Poliolefiniche e altre composizioni polimeriche che richiedono una notevole protezione contro il deterioramento causato da funghi e batteri e particolarmente adatto quindi alla realizzazione di cestini porta rifiuti, tubi esterni per drenaggio. Ma anche alla produzione di spazzolini da denti o solette per le scarpe.

La nostra azienda può anche proporre il VIBATAN® PE 02661 capace di prevenire ed impedire la crescita e la propagazione dei microrganismi sul manufatto e mantenere la sua efficacia anche dopo ripetuti lavaggi del prodotti finito. Infatti l’additivo contenuto agisce rilasciando di volta in volta piccole dosi della sostanza attiva presente e quindi perdura nel tempo.

Essendo inoltre atossico, secondo la normativa americana FDA, risulta essere particolarmente indicato per gli utilizzi destinati al contatto alimentare.

Invece il VIBATAN® PC 03283 è stato appositamente messo a punto per essere applicato nel Policarbonato per processi di trasformazione come estrusione o stampaggio ad iniezione.

Per ogni ulteriore informazione in merito gli uffici tecnici VIBA sono sempre a disposizione.